Dio mi scampi da Peter Pan … e dalle ONLUS

[ 5 ] Comments
Share

Vi è mai capitato di leggere il solito articolo sul maschio da evitare? Si, proprio quello che compare ciclicamente sulle varie riviste di cultura femminile: Cosmo, Glamour, Donna Moderna…

Io li ho sempre letti con l’assoluta arroganza di chi pensa a chi può essere così demente da cascarci con uno così.

Oggi, finalmente prendo coscienza: ebbene si, io sono una delle dementi.

Finalmente ho aperto gli occhi, il Pirullo è affetto da una grave forma di Peter-Panismo acuto.

Da cosa lo deduco?

Dal fatto che ha un lavoro in cui lo stipendio capita essere in ritardo anche di 6 mesi e lui non se ne preoccupa e non capisce perchè mi “acciglio” al pensiero.

Che dite? Sarà forse perchè fino a due mesi fa mi dava l’angoscia per andare a vivere assieme? Forse perchè sono momentariamente senza lavoro? Forse perché stiamo valutando di mettere a posto la cascina dei miei per andarci a vivere? Nooooo, perchè mai? Dopotutto a cosa serve uno stipendio fisso, no? Si vive benissimo d’aria.

E se questo non bastasse, possiamo aggiungere che il suddetto caso in esame spende le sue giornate lavorative (9-20) a stremarsi per il meraviglioso lavoro in esame? Vogliamo parlare dei week-end non pagati in cui lavora? Delle trasferte che deve pagarsi lui? Del fatto che le ferie non ci sono mai e che per prendere un’ora, si cazzo, un’ora, bisogna fare richiesta in carta bollata come minimo un mese prima e non è detto che alla fine si riesca? Parliamo dello stipendio da fame?

Eh no, per carità, non si può dire nulla di male al san-lavoro! Si perchè “lavorare in una ONLUS ha sempre una componente di volontariato”. Ah si? BEEEENE!! E allora perchè il volontariato si chiama così?

‘fanc#@#@ le ONLUS! Nel momento in cui decido di fare un passo importante come vivere con qualcun altro voglio che questo qualcuno sia stabile economicamente o almeno che ci stia provando!

Invece con Santa ONLUS un nuovo lavoro non lo si cerca nemmeno, perchè vuoi mettere che figo lavorare con tutta ‘sta gente importante e di cultura?

Bravo il mio Peter Pan, il problema è che se continui così, di giorno assisterai gli altri e di sera verrai assistito dai tuoi colleghi, perchè la spesa, con mamma ONLUS non ce la fai.

* Scusate lo sfogo ma ho il dente avvelenatoVi è mai capitato di leggere il solito articolo sul maschio da evitare? Si, proprio quello che compare ciclicamente sulle varie riviste di cultura femminile: Cosmo, Glamour, Donna Moderna…

Io li ho sempre letti con l’assoluta arroganza di chi pensa a chi può essere così demente da cascarci con uno così.

Oggi, finalmente prendo coscienza: ebbene si, io sono una delle dementi.

Finalmente ho aperto gli occhi, il Pirullo è affetto da una grave forma di Peter-Panismo acuto.

Da cosa lo deduco?

Dal fatto che ha un lavoro in cui lo stipendio capita essere in ritardo anche di 6 mesi e lui non se ne preoccupa e non capisce perchè mi “acciglio” al pensiero.

Che dite? Sarà forse perchè fino a due mesi fa mi dava l’angoscia per andare a vivere assieme? Forse perchè sono momentariamente senza lavoro? Forse perché stiamo valutando di mettere a posto la cascina dei miei per andarci a vivere? Nooooo, perchè mai? Dopotutto a cosa serve uno stipendio fisso, no? Si vive benissimo d’aria.

E se questo non bastasse, possiamo aggiungere che il suddetto caso in esame spende le sue giornate lavorative (9-20) a stremarsi per il meraviglioso lavoro in esame? Vogliamo parlare dei week-end non pagati in cui lavora? Delle trasferte che deve pagarsi lui? Del fatto che le ferie non ci sono mai e che per prendere un’ora, si cazzo, un’ora, bisogna fare richiesta in carta bollata come minimo un mese prima e non è detto che alla fine si riesca? Parliamo dello stipendio da fame?

Eh no, per carità, non si può dire nulla di male al san-lavoro! Si perchè “lavorare in una ONLUS ha sempre una componente di volontariato”. Ah si? BEEEENE!! E allora perchè il volontariato si chiama così?

‘fanc#@#@ le ONLUS! Nel momento in cui decido di fare un passo importante come vivere con qualcun altro voglio che questo qualcuno sia stabile economicamente o almeno che ci stia provando!

Invece con Santa ONLUS un nuovo lavoro non lo si cerca nemmeno, perchè vuoi mettere che figo lavorare con tutta ‘sta gente importante e di cultura?

Bravo il mio Peter Pan, il problema è che se continui così, di giorno assisterai gli altri e di sera verrai assistito dai tuoi colleghi, perchè la spesa, con mamma ONLUS non ce la fai.

* Scusate lo sfogo ma ho il dente avvelenato

5 Responses to Dio mi scampi da Peter Pan … e dalle ONLUS

  1. Mackley ha detto:

    Mmm…. invece di sfogarti col blog (e con i suoi lettori…) potresti parlare al Pirullo e farlo scendere dal magico mondo delle fiabe.

    Quello che non capisco è perché sei sempre tu a doversi adattare… come nel caso di questa Estate quando lui non aveva voglia di andare vacanza…

  2. Eta ha detto:

    Ehehehe ieri sera violenta litigata al riguardo. Il problema è che non capisce, siamo su due piani differenti.

    Concordo in pieno sul secondo punto. Infatti questa volta non esiste: deve prendere coscienza. So che in questo momento un lavoro non lo si trova facilmente ma dal non provarci al non riuscirci c'è di mezzo il mare

  3. Eta ha detto:

    Ehehehe ieri sera violenta litigata al riguardo. Il problema è che non capisce, siamo su due piani differenti.

  4. Mackley ha detto:

    Come sta andando ? ci sono miglioramenti nell'atteggiamento del pirullo ?

  5. Eta ha detto:

    Sai che non lo so? Sono successe troppe cose in questo periodo e certe cose sono passate in secondo piano