Riassunto delle puntate precedenti (aka Il mio 2009)

Commenti disabilitati su Riassunto delle puntate precedenti (aka Il mio 2009)
Share

L’ultimo dell’anno e nella blogopalla scoppia la mania del post-achievement-2009.

Bella forza, mica facile!2009

Ma io, cos’ho fatto quest’anno?

Gennaio:  il mio anno si apre sull’incertezza (del lavoro) e con l’amicizia. Gennaio è all’insegna della solidarietà. Insicuro, instabile, imprevedibile eppure pieno di calore. Bello.

Febbraio: è il mese del cambiamento, delle scelte, dei tagli, dei pianti. E’ il mese più brutto dell’anno. L’incertezza si sbriciola, le persone si allontanano, gli amici si perdono.

Marzo: bisogna che tutto cambi perché tutto resti uguale. Il mio marzo sembra in piena crisi Gattopardo. Lento, sbagliato, egoistico. Non mi sono accorta di chi avevo attorno, troppo presa dalle mie magagne.

Aprile: il mese delle delusioni, quelle grandi e delle lotte contro tutto e tutti. Il mese don Chisciotte.

Maggio: continua la discesa inarrestabile verso il basso. Tutto attorno crolla, oltre al lavoro ci si mette pure l’amore.

Giugno: si cambia. Di nuovo. Nuovo lavoro. Nuova vita da single. Nella mia vita entra una persona speciale, un amico importante.

Luglio: tutto si rimescola, una centrifuga continua. Quando pensavo che le cose si fossero sistemate, tutto ricominciava a girare. L’indifferenza si, Luglio è stato il mese dell’indifferenza e del mio estraniarmi dal mondo. A Luglio ero un ghiacciolo.

Agosto: rivedere persone care e rivederle spente, senza luce, lascia un vuoto che non si può raccontare. Per fortuna ad un certo punto arriva una settimana al mare, prenotata all’ultimo momento, in un posto da favola e tutto cambia. No, non attorno, ma dentro di me. Agosto è stato il mese Sliding Doors. Poteva succedere, non è successo. Poteva o forse l’ha fatto.

Settembre: un mese di carica, di voglia di lottare di nuovo, di voglia di fare, disfare, proporre. Lavorativamente parlando uno spreco d’energie notevole. Un mese di cambiamento, di movimento.

Ottobre: finalmente riprendo in mano la mia vita sentimentale, inizio ad uscire di nuovo, vedo gente, son felice di essere sola. A volte sbando, come per quei commenti su questo blog, ma in generale cresco, respiro profondamente.

Novembre: è il mese delle scoperte di persone splendide. Il 2 Novembre inizio a sentire Lui e mi ammalia completamente. In 15 giorni perdo la testa. Poi trovo Lei e mi si apre un mondo dove le persone sono vere e splendide. Novembre è il mese di una massima “Nulla accade per caso”. Me la porta Lia e mi regala la speranza.

Dicembre: parola d’ordine Amore. E’ il mese del cuore, salgo su delle montagne russe di emozioni. Mi innamoro perdutamente come mai prima, litigate plateali, quattordicenni alle prime armi, sogni e sensazioni, passione. E tanti km. E’ il mese in cui scopro davvero i social network ed il mondo dietro di essi, il cazzeggio e l’anima. E’ un mese con un retrogusto amaro, perché mentre l’amore regna supremo, il resto cambia, vorticosamente. E’ il mese di Mini.

Bridge_by_GreatNemo

Ed un altro anno arriva veloce.

Festeggerò con gli amici nuovi, pensando ai vecchi e sperando di trovarne di futuri, ma mi mancherai tu. Immensamente. Perché ti amo.

[audio: http://blip.fm/profile/Eta/blip/31091619/Vivaldi-Four_Seasons-Quattro_Stagioni-Flutes_Orchestra ]

Comments are closed.